AFORISMI E CITAZIONI SIGNORAGGIO

“Chi non s'intende di economia non capisce affatto la storia.” 
[Ezra Pound]

"Da un grande potere ci escono un sacco di soldi"  [nipote di Rothschild]

“Io mi rifiuto di pagare le tasse il cui impiego ritengo destinato a scopi ingiusti e immorali.” 
[Henry David Thoreau]


"Un governo può sopravvivere con il signoraggio quando non può sopravvivere con nessun altro mezzo”. 
[Maynard Keynes]

"Il debito pubblico è abbastanza grande da badare a se stesso." 
[Ronald Reagan]

"I politici non sono altro che i camerieri dei banchieri." 
[Ezra Pound]

"Che cos'è una rapina in banca a confronto della fondazione di una banca?" 
[Bertolt Brecht]

Il banco trae beneficio dall'interesse su tutta la moneta che crea dal nulla. 
[William Paterson, fondatore Bank of England, 1694]

"Quando il sistema scricchiola, occorre una spallata, non una zeppa.".
[Sandro Pascucci, 2005]

"La moneta complementare sta alla sovranità monetaria come l'ora d'aria sta alla libertà"
[Sandro Pascucci, 2008] 

Permettetemi di emettere e gestire la moneta di una nazione, e mi infischierò di chi ne fa le leggi. 
[Mayer Anselm Rothschild]

"La composizione della Banca d’Italia è una "illegittimità costituzionale" pazzesca."
[Paolo Franceschetti]

  «La crisi attuale si sta rivelando più difficile da gestire di quella del ’29»
Fabrizio Saccomanni, ministro dell’Economia, direttore generale di Bankitalia, economista autorevolissimo 

"La massoneria è una rete di gente che si è messa daccordo per controllare la grande truffa delle banche centrali" 
G.Auriti.

"Siamo sull'orlo di una trasformazione globale. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è la "giusta" crisi globale e le nazioni accetteranno il nuovo ordine mondiale". 
> David Rockefeller

"Ho pensato che fosse una cosa pericolosa, ma finalmente è stata realizzata e ha dato al popolo di questa repubblica la più grande benedizione che abbia mai avuto, la sua moneta per pagare il suo debito" 
Abramo Lincoln

Ci sono due modi per conquistare e sottomettere una nazione e il suo popolo. Uno è con la spada, l'altro è controllando il suo debito". 
(John Adams, 1735-1826. Secondo presidente Usa)

“Oggi chi controlla la produzione del denaro e i suoi flussi possiede la capacità di comprare la classe politica, l’informazione e tutto ciò che in uno Stato costituisce e sostanzia la democrazia stessa”.
Cosimo Massaro

"Se volete rimanere schiavi dei banchieri e pagare il costo della vostra stessa schiavitù, continuate a lasciargli creare la moneta e controllare il credito della nazione." 
[Sir Josiah Stamp, vecchio governatore della banca d'Inghilterra] 

  «Il fatto che la BCE sia prestatore di ultima istanza è sempre stato un obbiettivo che abbiamo coltivato. È la prima volta nella storia del mondo che una moneta non ha dietro uno stato»
Angelino Alfano

«Trovo il valore attuale dell’euro sproporzionato rispetto alle nostre capacità di competere perché non aiuta l’economia, non aiuta nessuno». Insomma, mesaggio a Draghi: l’euro va svalutato.
Sergio Marchionne, AD di Fiat

«La ripresa nell’eurozona sarà più lontana…». Le riforme del mercato del lavoro «hanno scaricato tutta la flessibilità sui giovani, e ciò, unito alla globalizzazione, è il principale motivo dell’elevata disoccupazione giovanile in Europa»
Mario Draghi, capo della BCE

"Dividendo gli elettori attraverso il sistema dei partiti politici, possiamo far spendere le loro energie per lottare su questioni insignificanti. Di conseguenza, agendo prudentemente abbiamo la possibilità di portare a termine con successo tutto ciò che è stato pianificato bene." 
USA Bankers Magazine, 25 agosto 1924

"Le banche in Italia hanno avuto possibilità di agire senza regole e veri controlli. Ora rispondano di riciclaggio e tangenti. In Usa HSBC, Citybank, Wachovia e ora JPMorgan stanno rispondendo di riciclaggio e delle speculazioni fatte. Quando si inizierà anche in Italia?"
Roberto Saviano

"Se ti presto 10€ e ne rivoglio 11€ dopo un mese sono un usuraio e guadagno 1€. Se invece sono una banca e ti presto 10€, che non mi son costati nulla, e dopo un mese ne rivoglio 12€ sto facendo bene il mio lavoro con un guadagno superiore all'importo che ti ho prestato".

Ogni governo può creare, emettere e far circolare tutta la valuta ed il credito necessari per soddisfare le proprie necessità di spesa ed il potere d’acquisto dei consumatori.
(Abraham Lincoln, XVI presidente degli Stati Uniti)

"Temo che il cittadino comune non voglia sentirsi dire che le banche possono creare e creano denaro...”
Reginald McKenna, ex Presidente del consiglio d'amministrazione, Midlands Bank of England

"Ognuno sa nell'inconscio che le banche non prestano denaro. Quando prelevate dal vostro conto di risparmio, la banca non vi dice che non potete farlo perché ha prestato i soldi a qualcun altro."
Mark Mansfield, economista

"Bisogna capire che tutta la moda letteraria e tutto il sistema giornalistico controllato dall'usurocrazia mondiale è indirizzato a mantenere l'ignoranza pubblica del sistema usurocratico e dei suoi meccanismi."
[Ezra Pound, 1933]

“I disordini non avranno mai fine, non avremo mai una sana amministrazione della cosa pubblica, se non acquisteremo una nozione precisa e netta della natura e della funzione del denaro."
[Dal Web]

Pochi comprenderanno questo sistema, coloro che lo comprenderanno saranno occupati nello sfruttarlo, il pubblico forse non capirà mai che il sistema è contrario ai suoi interessi.
[Rothschild, alla Ditta Ikleheimer, Morton e Vandergould di New York, 26 giugno 1863]

L'attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto. 
[Maurice Allais, nobel per l'economia]

Quando ero giovane la gente mi chiamava giocatore d'azzardo. Sono diventato famoso col nome di speculatore. Ora mi chiamano banchiere. Ma ho sempre fatto la stessa cosa"
(Sir Ernst Cassel, banchiere di Edoardo VII).

"Date denaro e ben presto avrete catene. La parola finanza e' una parola da schiavo, e nel vero Stato e' sconosciuta."
J.J. Rousseau, Il Contratto Sociale, Libro Terzo, XV"

E' un bene che il popolo non comprenda il funzionamento del nostro sistema bancario e monetario, perchè se accadesse credo che scoppierebbe una rivoluzione prima di domani mattina. 
[Henry Ford]

Assurdo dire che il nostro paese può emettere $30,000,000 in titoli ma non $30,000,000 in moneta. Entrambe sono promesse di pagamento; ma una promessa ingrassa l'usuraio, l'altra invece aiuta la collettività.
[Thomas Edison - New York Times, 1921]

Fin dalla nascita le grandi banche agghindate di denominazioni nazionali non sono state che società di speculatori privati che si affiancavano ai governi... 
[Karl Marx, Il Capitale, 1885]

Dire che uno stato non può perseguire i suoi scopi per mancanza di denaro è come dire che un ingegnere non può costruire strade per mancanza di chilometri.
[Ezra Pound]

Dare alle banche la possibilità di creare la moneta è come darsi in schiavitù e pagarsela pure.
[Sir Josiah Stamp, vecchio governatore della banca d'Inghilterra]

"La risposta alla domanda cosa è la Banca d'Italia è dunque semplice, ed apparentemente tautologica: la Banca d'Italia è ciò che è, secondo il suo Statuto." [Paolo Ferro-Luzzi, 2007]

L’unica parte della cosiddetta ricchezza nazionale che entra realmente in possesso della collettività dei paesi moderni è il debito pubblico. -
Il Capitale, Karl Marx (1867)

"Beati sono i ricchi perché hanno il mondo in mano
Beati i potenti e i re e beato chi è sovrano
Beati i bulli di quartiere perché non sanno ciò che fanno Ed i parlamentari ladri che sicuramente lo sanno"
[Rino Gaetano] 

"Lo sai, Burke? Io non so proprio quale specie sia peggiore. Loro non li vedi fregarsi l'uno con l'altro per una sporca percentuale."
[ten. Ripley, Aliens, scontro finale] 

"Ma sapete cosa gliene importa a Padoa Schioppa di fare il ministro? Quello è un banchiere!" 
[Marco Travaglio, 20/11/2007 San Nicola la Strada, Caserta]

"I banchieri periodicamente si incontrano e decidono quale economia colpire, dove speculare con la crisi.." In più queste persone non sono ELETTE DA NESSUNO, Non esistino primarie nè secondarie. Sono degli squali che vivono alle spalle delle economie e dei cittadini".
VENDOLA a Che Tempo Che Fa..

“Oggi il nome «democrazia» è rimasto alle usurocrazie, o alle daneistocrazie, se preferite una parola accademicamente corretta, ma forse meno comprensibile, che significa: dominio dei prestatori di denaro."
[Dal Web]

 

"Gli Usa, ad esempio, per stampare una banconota da un dollaro spendono poco meno di 5 centesimi: questo significa che il governo, ogni volta che emette un biglietto verde, si appropria di 0,95 dollari, che può impiegare per acquistare beni e servizi." 
[focus.it]

"Nelle economie rinascimentali chiunque disponga di oro può presentarsi alla zecca, gestita dallo Stato, e trasformare il metallo prezioso in monete. Una parte dell'oro viene versato allo Stato come tassa a fronte del servizio reso dalla zecca: è il cosiddetto signoraggio." 
[enciclopedia.ws]

"Voi (i banchieri internazionali) siete un covo di vipere e ladri. Io voglio sconfiggervi, e con l'aiuto di Dio, vi sconfiggero'. Se gli Americani solo capissero la totale ingiustizia del nostro sistema monetario e bancario, ci sarebbe una rivoluzione prima di domani mattina".
[Andrew Jackson, 7mo Presidente USA]

"Non è tollerabile che una banca centrale, isolata, che non ha nessuna responsabilità né l'obbligo di spiegare quello che fa, possa continuare a creare disoccupazione mentre i governi stanno zitti"
[Modigliani, premio Nobel per l'Economia, su "Il Tempo" del 22/10/2000]

"Chiunque controlli l'ammontare del denaro circolante in un paese e' il padrone assoluto della sua industria e del suo commercio. E quando capisci che l'intero sistema e' facilmente controllato, in un modo o nell'altro, da una ristrettissima elite, non avrai bisogno che qualcuno ti spieghi come nascono i periodi di inflazione e deflazione".
[James Garfield, 20mo Presidente Usa]

"Crede che quei banchieri siano in prigione? Nossignore. Sono fra i cittadini più stimati della Florida. Sono feccia, almeno quanto i politici disonesti! Creda, io ne so qualcosa. E' da tempo che mangiano e si vestono con i miei soldi. Finché non sono entrato nel racket non sapevo quanti imbroglioni indossano abiti costosi e parlano con accento da signori." 
[Al Capone]

"Prima di tutto, naturalmente, si stanno spendendo un sacco di soldi per assicurarsi che una parte molto consistente del pubblico rimanga totalmente confusa su questo e, voglio dire, è stato davvero molto dannoso. Ma ci sono state decine di milioni di dollari spesi per ogni piccola cosa che si presenta, che potrebbe, sapete, riferirsi a qualche incertezza. "
M. Granger Morgan

“Nelle Colonie [americane], emettiamo la nostra moneta cartacea. Si chiama 'Cartamoneta provvisoria coloniale' [Colonial Scrip]. La emettiamo nelle giuste proporzioni per produrre merci e farle passare facilmente dai produttori ai consumatori. In questo modo, creando noi stessi il nostro denaro cartaceo, ne controlliamo il potere d'acquisto e non abbiamo interessi da pagare a nessuno.
[Dal Web]

“Il FMI è esplicito nelle sue tendenze antidemocratiche, con quelle che definisce “considerazioni politiche”. Il modello SDR prevede la nomina di “un comitato consultivo di esperti eminenti” che fornisca indicazioni sulla quantità di denaro da stampare nel nuovo sistema SDR. Forse questi “esperti eminenti” saranno scelti tra gli stessi economisti e banchieri centrali che hanno guidato il sistema monetario internazionale “sull’orlo della distruzione nel 2008”.
James Rickards, Currency Wars, Ed. Penguin Group, 2011

“Discutere dei governi delle così dette democrazie: Inghilterra, Francia, Stati Uniti, è una semplice perdita di tempo, sino a che non si distingue tra teoria e fatto. Questi tre paesi sono controllati dagli usurai, sono usurocrazie o daneistocrazie, ed è perfettamente inutile parlarne come se fossero controllati e governati dai loro popoli o dai delegati che rappresentano i loro popoli, o nell'interesse dei loro popoli.”
[Ezra Pound, Valuta, Lavoro e Decadenze, (1933)]

 "D'ora in poi nessun Ebreo, non importa sotto quale nome, sarà permesso di rimanere qui senza la mia autorizzazione scritta. Non conosco nessun altro peste fastidiosi all'interno dello stato di questa gara, che impoverisce il popolo dalla loro frodi, usura e prestito di denaro e impegna tutte le azioni che un uomo d'onore disprezza. Successivamente devono essere rimossi ed esclusi da qui il più possibile. "
Regina Maria Teresa - 40 anni regno / Sovrano d'Austria, Ungheria, Croazia, Boemia, Mantova, Milano, Lodomeria e Galizia, i Paesi Bassi 

“Preferisco avere un’inflazione altissima e spropositata se so che la disoccupazione dal 34% è scesa al 3,5%; che la povertà è diminuita del 55%; che il pil viaggia di un +8% annuo; che la produttività industriale è aumentata del 300%; che c’è lavoro in Argentina, c’è mercato per tutti, e il mio popolo è molto ma molto più felice di prima, piuttosto che avere un’inflazione del 3% come in Italia, dove c’è depressione, disperazione, avvilimento e l’esistenza delle persone non conta più. ” 
Cristina Kirchner - Presidentessa dell’Argentina

"La nostra politica è quella di fomentare le guerre, ma dirigendo Conferenze di Pace, in modo che nessuna delle parti in conflitto possa ottenere guadagni territoriali. Le guerre devono essere dirette in modo tale che le Nazioni, coinvolte in entrambi gli schieramenti, sprofondino sempre di più nel loro debito e, quindi, sempre di più sotto il nostro potere"- Amschel Mayer Rothschild, 1773 (l'inventore del signoraggio moderno) 

"Il debito nazionale e' una frode perpetrata verso gli Usa dagli interessi dei banchieri internazionali. La migliora soluzione per il debito nazionale (prendere appunti, ndt) e per la sicurezza sociale e' che gli Usa smettano di permettere ad una societa' privata di stampare la moneta e di caricarci sopra gli interessi.
La Federal Reserve dovrebbe essere abolita come un punto di partenza per liberare gli Usa da una falsa dipendenza".
[Andrew Jackson, 7mo Presidente USA]

"Con la fabbricazione in serie deve essere calcolato il costo di produzione quando si battono le monete. Ad esempio, alla zecca degli Stati Uniti costa molto meno di 25 centesimi produrre una moneta da un quarto di dollaro; la differenza tra il costo di produzione ed il valore facciale (chiamato signoraggio) sostiene economicamente l'ente che conia le monete." 
[wikipedia]

La nostra politica è quella di fomentare le guerre, ma dirigendo Conferenze di Pace, in modo che nessuna delle parti in conflitto possa ottenere guadagni territoriali. Le guerre devono essere dirette in modo tale che le Nazioni, coinvolte in entrambi gli schieramenti, sprofondino sempre di più nel loro debito e, quindi, sempre di più sotto il nostro potere.
[Amschel Mayer Rothschild, 1773]

   

I grandi governatori della banca centrale SONO UN BRANCO DI IMBECILLI! Perché hanno il cervello del pidocchio, il pidocchio ha il cervello commisurato solamente alla potenzialità di succhiare il sangue, perché non è in grado, il sistema del pidocchio di CREARE sangue, solo di succhiarlo. Ecco che questi che cosa sono, i veri parassiti di un sistema, e questo sistema è nato nel 1694 con la banca d'Inghilterra e con la sterlina. 
G.Auriti

All’articolo 21 del protocollo annesso al Trattato sull’Unione Europea e ratificato dal Parlamento Italiano c’è scritto: “Non si consente agli esecutivi degli Stati firmatari del Trattato di esercitare SIGNORAGGIO in senso stretto: ovvero di APPROPRIARSI di risorse attraverso l’emissione di quella forma di DEBITO INESIGIBILE che è la moneta inconvertibile a corso legale”. 
E' scritto nell'Art. 21, Quindi come si fa a dire che il signoraggio non esiste e che è solo un'invenzione dei complottisti??

 

“Se gli Americani consentiranno mai a banche private di emettere il proprio denaro, prima con l'inflazione e poi con la deflazione, le banche e le grandi imprese che ne cresceranno attorno, priveranno la gente delle loro proprietà finché i loro figli si sveglieranno senza tetto nel continente conquistato dai loro padri. Il potere di emissione va tolto via dalle banche e restituito al popolo, al quale esso appartiene propriamente.”
[Thomas Jefferson (1776), cfr. Debito Pubblico USA provocato dall'uso del dollaro “americano”, cartamoneta-debito emessa dalla Federal Reserve System, la Banca Centrale Privata degli Stati Uniti d'America]

 

"Un potere illimitato e una dominazione economica dispotica si trovano concentrati in pochissime mani. Questo potere diviene particolarmente sfrenato quando sia esercitato da coloro che, controllando il danaro, amministrano il credito e ne decidono la concessione. Essi somministrano - per così dire - il sangue all'intero organismo economico e ne arrestano la circolazione quando loro convenga; tengono in pugno l 'anima della produzione, in guisa che nessuno osi respirare contro la loro volontà". 
[S.S. Pio XI, Enciclica "Quadragesimo Anno"]

«Più Monti assumeva provvedimenti lacrime e sangue, più esodati la Fornero creava, più saliva la protesta e la sofferenza delle classi più deboli, più a Palazzo Chigi erano soddisfatti perché proprio quella era la dimostrazione lampante di credibilità verso la signora Merkel Angela. Cioè, più legnate riuscivano a dare al Paese più pensavano di essere forti in Europa» [...] Monti, avrebbe affermato Riccardi, era convinto che nel Paese ci fosse troppo benessere, per cui bisognava regredire.
Riccardi Andrea, il cattolicone noachico, caporione di S. Egidio, il ministro della cooperazione sotto Monti

"E' bene che il popolo sappia finalmente che lo Stato ha da tempo rinunciato alla propria sovranità monetaria in favore di un ente privato, qual è la Banca d'Italia. Ha rinunciato, cioè, ad emettere moneta propria, con la conseguenza che, per il perseguimento dei propri fini istituzionali, è costretto a chiedere in prestito oneroso le necessarie risorse finanziarie, indebitandosi nei confronti dell'Istituto di emissione. Ed è bene che sappia anche che questo inutile indebitamento si trasferisce necessariamente ai cittadini mediante la pressione fiscale. Pertanto, il popolo si ritrova debitore di quella moneta di cui, invece, dovrebbe essere proprietario."
[Bruno Tarquini, ex procuratore generale della Repubblica presso la Corte d'Appello]

Lo strano aspetto della crisi è che l’Italia non è fondamentalmente insolvente. Il debito pubblico è stabile da molti anni a circa il 120 per cento. Il paese ha un surplus primario di bilancio. Il debito privato è basso, il 42 per cento del PIL. Il valore della ricchezza totale è di 2,3 trilioni di euro, più alto in termini pro capite della Germania. La somma del debito pubblico e privato è sotto il 260 per cento, più basso di Paesi Bassi, Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti e Giappone. Il problema fondamentale non è il debito italiano, ma la perdita del 40 per cento di competitività del lavoro contro la Germania negli ultimi quindici anni. Ciò ha lasciato il paese intrappolato nell’UEM con una moneta mal allineata, fermando la crescita.
Ambrose Evans-Pritchard

“L'attività bancaria fu fecondata dall'ingiustizia e nacque nel peccato. I banchieri posseggono il mondo. Toglieteglielo via, lasciando loro il potere di creare denaro e con un colpo di penna creeranno abbastanza depositi per ricomprarselo. Toglieteglielo via in qualsiasi modo e tutti i grandi patrimoni come il mio scompariranno, ed è necessario che scompaiano, affinché questo diventi un mondo migliore in cui vivere.
Ma se preferite restare schiavi dei banchieri e pagare voi stessi il costo della vostra stessa schiavitù, lasciate che continuino a creare denaro.”
[Sir Josiah Stamp, Direttore della Banca d'Inghilterra tra il 1928 e il 1941, considerato a quel tempo il secondo uomo più ricco di tutta l'Inghilterra.]

“Lo Stato di diritto ha considerato, nel proprio ordine costituzionale, solo i tre poteri: legislativo, giurisdizionale ed esecutivo. Il quarto potere della sovranità monetaria se lo sono fagocitato, nel silenzio, le banche centrali, S.p.A con scopo di lucro. Ecco perché dobbiamo completare la Rivoluzione Francese: la sovranità monetaria va attribuita allo Stato - come Quarto Potere Costituzionale - e tolta alla banca centrale. Non è più tollerabile che, in uno Stato di diritto, la funzione costituzionale della sovranità monetaria sia esercitata da una S.p.A. con scopo di lucro. L'urlo del Ça ira deve tornare sulle piazze, davanti alle sedi delle banche centrali e nei Tribunali. Ci dobbiamo riprendere la proprietà dei soldi nostri.”
[Professore Giacinto Auriti]

"La CO2 è la causa di un riscaldamento globale inesistente - e che la lotta a questo fenomeno ha bisogno di soldi (dei nostri soldi). La Banca mondiale della conservazione (Global Environment Facility - GEF) ha lo scopo di prestare denaro ai paesi più poveri, il denaro stampato dalla FMI dal nulla, e con la garanzia dei nostri governi. La banca prende zone selvagge di terra con ricchezze minerarie come garanzia. Il denaro del GEF è quindi rimandato indietro ai nostri governi a titolo di rimborso per i prestiti erogati. Quando un paese non può rimborsare i prestiti al GEF deve rinunciare a un pezzo del suo territorio in favore delle banche Rothschild (GEF, FMI, Banca Mondiale) - circa il 30% della terra è da loro posseduto.."
Heyhey1956 ci avverte di quanto segue..

«Come ai tempi dei vecchi regimi coloniali, questi burocrati si chiamano Governatori e, allo stesso titolo dei Direttori delle banche centrali, non sono affatto obbligati a giustificare davanti alla pubblica opinione le loro decisioni. Al contrario, loro sono espressamente vincolati al segreto. Ciò che ricorda molto il principio dell'omertà, ossia quel codice d'onore a cui la mafia ubbidisce. I nostri "Padrini" europei sono quindi oggi politici sottratti ad ogni controllo giuridico e ad ogni istanza legale. Anzi, godono ormai di un privilegio che non spetta neanche a un boss della camorra: e cioè, l'assoluta immunità giuridica (così almeno è scritto negli articoli 32 bis 35 del Trattato-Esm).» 
Hans Magnus Enzensberger - (in L'Espresso, 30 agosto 2012, pag.34) 

“I nostri nemici su questo pianeta, sono meno di dodici persone. Sono i membri della Banca d'Inghilterra e di altri più alti circuiti finanziari. Essi posseggono le catene di giornali ed essi sono, come se non bastasse, in tutte le istituzioni che si occupano di salute mentale che sono sorte nel mondo. (...) E questi, apparentemente, hanno deciso in un momento lontano del passato, una particolare strategia. Avendo il controllo della riserva aurifera del pianeta, sono entrati in un programma per portare ogni governo alla bancarotta e sotto al loro dominio, cosicché nessun governo sarebbe stato capace di iniziative politiche senza il loro appoggio” 
[Ron Lafayette Hubbard, ex ufficiale dei servizi segreti della Marina USA, fondatore di Scientology - settembre 1967]

"Vedete, un Governo legittimo può sia spendere che prestare denaro in circolazione, mentre le banche possono soltanto prestare cifre considerevoli attraverso i loro biglietti di banca promissori, per cui questi biglietti non si possono né dare né spendere se non per una piccola frazione di quelli che servirebbero alla gente. Di conseguenza, quando i vostri banchieri in Inghilterra mettono denaro in circolazione, c'è sempre un debito fondamentale da restituire e un'usura da pagare. Il risultato è che c'è sempre troppo poco credito in circolazione per dare ai lavoratori una piena occupazione. Non si hanno affatto troppi lavoratori, ma piuttosto pochi soldi in circolazione, e quelli che circolano portano con sé un peso senza fine di un debito impagabile e usura.”
[Benjamin Franklin, Autobiografia, (1763)]

"Non sono un ladro, né un assassino, sono un ribelle. Non vi riconosco il diritto di interrogarmi, perché qui, sono io l'accusatore. Accuso questa società matrigna e corrotta, in cui l'orgia, l'ozio e la rapina trionfano impuniti, e anzi venerati, sulla miseria e sul dolore degli sfruttati. Voi cianciate di furti, voi mi chiamate ladro come se un lavoratore che ha dato alla società trent'anni della sua avvilente fatica per poi non avere neppure il pane per sfamarsi, un cencio per coprirsi, un canile in cui rifugiarsi, potesse mai essere un ladro. Voi sapete bene che mentite, voi sapete meglio di me che è furto lo sfruttamento dell'uomo sull'uomo, che se al mondo vi sono dei ladri, questi vanno cercati tra coloro che oziando gozzovigliano a spese dei miserabili, i quali producono tutto, con le proprie mani martoriate. [...] Io non tendo la mano a chiedere l’elemosina. Io pretendo che mi sia riconosciuto il diritto a riprendermi ciò che mi è stato tolto da una congrega di accaparratori, ladri e corrotti. Non m’ingannate più. E, in cuor mio, non vi perdono."
Dal discorso che l'anarchico Clément Duval pronuncia nel 1887 durante il suo processo (tratto da Nessuno può portarti un fiore di Pino Cacucci) 

“Il capitale deve proteggersi in ogni modo possibile con alleanze e legislazione. I debiti devono essere riscossi, le obbligazioni e i contratti ipotecari devono esser conclusi in anticipo e il più rapidamente possibile. Quando, mediante processi giuridici, le persone comuni perderanno le proprie case, diventeranno sempre più docili e saranno tenute a freno con più facilità attraverso il braccio forte del governo al potere, azionato da una forza centrale di ricchezza sotto il controllo di finanzieri di primo piano. Questa verità è ben conosciuta tra i nostri uomini di spicco, adesso impegnati nel costituire un imperialismo del Capitale che governi il mondo. Dividendo gli elettori attraverso il sistema dei partiti politici, possiamo far spendere le loro energie per lottare su questioni insignificanti. Di conseguenza, con un'azione prudente abbiamo la possibilità di assicurarci quello che è stato pianificato così bene e portato a termine con tanto successo..”
[USA Banker's Magazine (Rivista dei banchieri americani), 25 Agosto 1924]

"Fin dalla nascita le grandi banche agghindate di denominazioni nazionali non sono state che società di speculatori privati che si affiancavano ai governi e, grazie ai privilegi ottenuti, erano in grado di anticipar loro denaro. Quindi l’accumularsi del debito pubblico non ha misura più infallibile del progressivo salire delle azioni di queste banche, il cui pieno sviluppo risale alla fondazione della Banca d’Inghilterra (1694). La Banca d’Inghilterra cominciò col prestare il suo denaro al governo all’otto per cento; contemporaneamente era autorizzata dal parlamento a batter moneta con lo stesso capitale, tornando a prestarlo un’altra volta al pubblico in forma di banconote. Con queste banconote essa poteva scontare cambiali, concedere anticipi su merci e acquistare metalli nobili. Non ci volle molto tempo perchè questa moneta di credito fabbricata dalla Banca d’Inghilterra stessa diventasse la moneta nella quale la Banca faceva prestiti allo Stato e pagava per conto dello Stato gli interessi del debito pubblico. Non bastava però che la Banca desse con una mano per aver restituito di più con l’altra, ma, proprio mentre riceveva, rimaneva creditrice perpetua della nazione fino all’ultimo centesimo che aveva dato. A poco a poco essa divenne inevitabilmente il serbatoio dei tesori metallici del paese e il centro di gravitazione di tutto il credito commerciale. In Inghilterra, proprio mentre si smetteva di bruciare le streghe, si cominciò a impiccare i falsificatori di banconote. Gli scritti di quell’epoca, per esempio quelli del Bolingbroke, dimostrano che effetto facesse sui contemporanei l’improvviso emergere di quella genìa di bancocrati, finanzieri, rentiers, mediatori, agenti di cambio e lupi di Borsa."
Karl Marx, Capitale, Libro I, Editori Riuniti, Roma 1974, {pp. 817-818}

Il lavoro per 8-10 ore e piu al giorno serve anche a questo, oltre a tenere la gente sottomessa e a fargli pensare a sopravvivere invece di evolvere. Poi con il lavoro dato alla donna è stato distrutto il baluardo della casa, e i figli sono stati lasciati sempre piu soli, i motivi sono tanti ma è stato tutto calcolato e programmato nel tempo. La nostra battaglia non sarà solo sul debito truffa, le banche, la finanza e il capitalismo che ha sostituito fascismo e comunismo con una nuova forma di tirannia però economica. La nostra battaglia è contro il denaro stesso in ogni sua forma, contro le catene con cui i servi di lucifero tengono incatenati i nostri fratelli, con cui decidono i destini del pianeta, con cui depredano interi stati, con cui decidono guerre e sopraffazioni di ogni genere. Limitano ogni forma di giustizia e corrompono anche l'uomo piu onesto costretto ad abbassare la testa di fronte a un pezzo di carta che decide la vita e la morte di ognuno in una illusione satanica che dura da troppo tempo. Con un artificio fu creata la borsa finanziaria, un misto tra cabala e magia nera come i soldi, dove numeri virtuali scorrono senza senso con presunti chierici di satana custodi dell'inganno. Quando quei numeri vanno giù, paga la povera gente sulle loro spalle (tasse, crisi economica, mutui, ecc.) Quando quei numeri vanno sù, essi guadagnano sempre sul sudore della povera gente. E' un artificio maligno ben orchestrato..
White Wolf

Helga è la proprietaria di un bar, di quelli dove si beve forte. Rendendosi conto che quasi tutti i suoi clienti sono disoccupati e che quindi dovranno ridurre le consumazioni e frequentazioni, escogita un geniale piano di marketing, consentendo loro di bere subito e pagare in seguito. Segna quindi le bevute su un libro che diventa il libro dei crediti (cioè dei debiti dei clienti). La formula “bevi ora, paga dopo” è un successone: la voce si sparge, gli affari aumentano e il bar di Helga diventa il più importante della città. Lei ogni tanto rialza i prezzi delle bevande e naturalmente nessuno protesta, visto che nessuno paga: è un rialzo virtuale. Così il volume delle vendite aumenta ancora. La banca di Helga, rassicurata dal giro d’affari, le aumenta il fido. In fondo, dicono i risk manager, il fido è garantito da tutti i crediti che il bar vanta verso i clienti: il collaterale a garanzia. Intanto l’Ufficio Investimenti & Alchimie Finanziarie della banca ha una pensata geniale. Prendono i crediti del bar di Helga e li usano come garanzia per emettere un’obbligazione nuova fiammante e collocarla sui mercati internazionali: gli Sbornia Bond. I bond ottengono subito un rating di AA+ come quello della banca che li emette, e gli investitori non si accorgono che i titoli sono di fatto garantiti da debiti di ubriaconi disoccupati. Così, dato che rendono bene, tutti li comprano. Conseguentemente il prezzo sale, quindi arrivano anche i gestori dei Fondi pensione a comprare, attirati dall’irresistibile combinazione di un bond con alto rating, che rende tanto e il cui prezzo sale sempre. E i portafogli, in giro per il mondo, si riempiono di Sbornia Bond. Un giorno però, alla banca di Helga arriva un nuovo direttore che, visto che in giro c’è aria di crisi, tanto per non rischiare le riduce il fido e le chiede di rientrare per la parte in eccesso al nuovo limite. A questo punto Helga, per trovare i soldi, comincia a chiedere ai clienti di pagare i loro debiti. Il che è ovviamente impossibile essendo loro dei disoccupati che si sono anche bevuti tutti i risparmi. Helga non è quindi in grado di ripagare il fido e la banca le taglia i fondi. Il bar fallisce e tutti gli impiegati si trovano per strada. Il prezzo degli Sbornia Bond crolla del 90%. La banca che li ha emessi entra in crisi di liquidità e congela immediatamente l’attività: niente più prestiti alle aziende. L’attività economica locale si paralizza. Intanto i fornitori di Helga, che in virtù del suo successo, le avevano fornito gli alcolici con grandi dilazioni di pagamento, si ritrovano ora pieni di crediti inesigibili visto che lei non può più pagare. Purtroppo avevano anche investito negli Sbornia Bond, sui quali ora perdono il 90%. Il fornitore di birra inizia prima a licenziare e poi fallisce. Il fornitore di vino viene invece acquisito da un’azienda concorrente che chiude subito lo stabilimento locale, manda a casa gli impiegati e delocalizza a 6.000 chilometri di distanza. Per fortuna la banca viene invece salvata da un mega prestito governativo senza richiesta di garanzie e a tasso zero. Per reperire i fondi necessari il governo ha semplicemente tassato tutti quelli che non erano mai stati al bar di Helga perché astemi o troppo impegnati a lavorare. Bene, ora potete dilettarvi ad applicare la dinamica degli Sbornia Bond alle cronache di questi giorni, giusto per aver chiaro chi è ubriaco e chi sobrio.
Salvatore Tamburro

«I membri del Congresso sono i curatori fallimentari ufficiali che presiedono alla più grande riorganizzazione di un soggetto fallimentare della storia mondiale, cioè del governo degli Stati Uniti. Speriamo di poter delineare un progetto per il nostro futuro. Se­condo alcuni sarà solo il responso del medico legale che prelude­rà al nostro decesso. È un fatto assodato che il governo federale degli Stati Uniti d’A­merica è stato dissolto dalla Misure d’emergenza in materia di Leg­ge bancaria del 9 marzo 1933, 48 Stati, diritto pubblico 89-719, promulgate dal presidente Roosevelt, che fallì e risultò insolvente. H.J. R. 192,73° Congresso nella sessione del 5 giugno 1933 – la Risoluzione congiunta per sospendere il sistema aureo e abrogare la clausola aurea ha di fatto dissolto l’autorità suprema degli Stati Uniti e le funzioni di tutti gli uffici, i funzionari e i dipartimenti governativi statunitensi, ed è ulteriore prova del fatto che il governo federale degli Stati Uniti esiste solo sulla carta. I curatori fallimentari degli Stati Uniti sono i banchieri internaziona­li operanti presso l’ONU, la Banca mondiale e il Fondo monetario internazionale. Tutti gli uffici, i funzionari e i dipartimenti governativi stanno ora operando in uno stato di de facto, solo sulla base dei poteri straordinari loro concessi in caso di guerra. Essendo stata ormai dissolta la forma costituzionale repubblicana del governo, i curatori fallimentari hanno adottato per gli Stati Uniti una nuova forma di governo. Questa nuova forma di governo è nota come democrazia, ed è un ordine di tipo socialista/comunista sotto la guida di un gover­natore. Questo atto è stato istituito trasferendo e/o attribuendo le funzioni del Ministro del Tesoro al governatore del Fondo moneta­rio internazionale. Nella legge 94-564, pagina 8, Sezione H. R. 13955 si legge: “Il Ministro del Tesoro statunitense non riceve alcun com­penso per la funzione di rappresentanza degli Stati Uniti”. Perché il 90% degli americani sono oppressi dai mutui e prosciugano il loro patrimonio per pagare i debiti e per far fronte ai loro impegni? Perché si ha la sensazione di lavorare sempre di più per guadagnare sempre di meno? Raccogliamo ciò che è stato seminato, e l’esito del nostro raccolto è un’odiosa bancarotta e la privazione di ogni pro­prietà, di ogni preziosa libertà e di ogni possibilità di vita. Pochi dei nostri parlamentari di Washington DC hanno osato dire la verità. Gli Stati Uniti federali sono in bancarotta. I nostri figli erediteranno questo debito non estinguibile, e saranno costretti a pagare».
Di questa bancarotta si parla negli Atti del Congresso degli Stati Uniti datati 17 marzo 1993 (Voi. 33, pagina H-1303). Ecco quello che James Traficant junior, dell’Ohio, rife­rì al Parlamento.

Aforismi Nwo

Aforismi Revolution

CERCA LIBRI PER IN  

   
Motore interno Menphis75.net

Copyright @ Tutti i diritti riservati